Piatti vegan italiani

La grande tradizione culinaria italiana si è sempre fondata su prodotti locali ed essendo l’Italia un territorio che offre una grande varietà di prodotti naturali, non poteva che trovarsi pronta all’esplosione del fenomeno vegan.

Per vegan si intende una alimentazione o un piatto che non presenta carne né suoi derivati. In Italia, dove comunque si consumano già molti prodotti da orto e frutta di stagione, la cucina vegan non poteva che trovare un buon terreno di prova.

Che si tratti di una scelta di vita o di una buona abitudine da adottare sempre, spesso o di tanto in tanto, la cucina vegan ottiene sempre più consensi e apprezzamenti per la grande varietà di gusti e fantasia che offre.

Al passo coi tempi, i ristoranti si adeguano

Sempre più ristoranti si adeguano al fenomeno vegan proponendo dei menu “paralleli” di questo tipo. Allo stesso tempo, sono sempre più i ristoranti “vegan-friendly” o “just-vegan” che si aprono nelle principali città italiane.

Chi è vegano o vegetariano, oppure semplicemente chi desidera un menu vegan o vegetariano, troverà perciò sempre più ristoranti con dei piatti pensati apposta per loro, o dei menu dedicati.

Naturalmente vegan

L’Italia è il paese della pasta, perciò è di sua natura molto vegan! Vegan sono infatti dei piatti molto presenti sulle tavole italiane, tra i quali primeggia la pasta al pomodoro (spaghetti al pomodoro, soprattutto). Allo stesso modo, vegan sono anche i tantissimi altri primi piatti tra cui i risotti. Possiamo contare numerose variazioni di pasta e risotti con soli prodotti vegetali: pasta alla norma, risotto ai funghi, orecchiette alle cime di rape, risotto allo zafferano, pasta al pesto, risotto agli asparagi e così via. Gli esempi sono tantissimi.

A questi si aggiungono i cereali come il farro, e l’orzo.

A parte i primi piatti, tra i secondi possiamo sbizzarrire la fantasia, poiché se per i primi vi è la facilità del semplice abbinamento con pasta o riso, per i secondi occorre un po’ più di impegno. L’unione tra i prodotti vegetali e il forno è sempre un successo: patate, cavoli o broccoli gratinati, peperoni fritti o al forno, finocchio gratinato o saltato in padella, sformati di vario genere. A questi si aggiungono i legumi come i fagioli, lenticchie, ceci, fave ecc.

Come contorni, beh, tutto ciò che è crudo va bene: insalata iceberg, lattuga, fave novelle, carote.

La frutta italiana, al top

La conformazione del nostro territorio, grazie alla presenza del mare, degli Appennini, delle colline e di tutto il resto, consente di avere numerosissimi prodotti tipici locali e tanta frutta che si può trovare su tutto il territorio. Anche la frutta fa ovviamente parte della dieta vegan italiana (dove per dieta si intende “ciò che si mangia abitualmente”).

Tra la frutta italiana più apprezzata vi sono quelle di stagione tra cui le arance di Sicilia, ciliegie, angurie, fragole, le mele del Trentino, le nespole e tante altre.